Il fatto è che il villaggio sul mare di Novalja è popolato da ragazze e ragazzi per tutto il periodo estivo…

Novalja

Novalja è cresciuta sul divertimento e sullo stare assieme e oggi offre ai ragazzi servizi all’altezza, un mucchio di ristoranti con piatti per tutte le tasche e i gusti, specialità della zona, negozi e supermercati, qualche locale, in particolare il Cocomo Club preso d’assalto nelle ore pre-Zrce, luogo d’incontri e appuntamenti, e numerosi bar dove consumare colazioni dietro irrinunciabili lenti di occhiali da sole e ampie aree free wi-fi.

I pendii dolci che salgono dalla costa ospitano la maggior parte delle case e degli appartamenti scelti dalle ragazze e dai ragazzi che, in pochi minuti, possono andare ovunque. Quindi nelle strade c’è sempre gente che sta andando a divertirsi o torna dalla spiaggia per un farsi una pennichella prima della notte o si sta divertendo in un dei chioschi prima di scatenarsi in pista – magari sta ballando già, al Cocomo!

Novalja

Tra i ristoranti, ne segnaliamo alcuni: il Kastel ha una cucina mediterranea ed è intimo e più raccolto della maggior parte degli altri, ma soprattutto ha un buon rapporto qualità-prezzo; il Konoba 85 si trova in una traversa della piazza centrale di Novalja e offre buon pesce a poco prezzo; la Trattoria Arka, a Stara Novalja, è molto buona, cucina tipica, vista sul mare, insomma, son soddisfazioni; lo Starac i more offre buon pesce in un locale particolare e il Konoba Giardin, nell’entroterra, frequentato dagli isolani, è il posto migliore per assaggiare le vere specialità di Pag.

Un po’ di storia? Novalja ha un pedigree di tutto rispetto ed è ricca di resti archeologici, tra cui tre basiliche del IV e del V secolo e il bel pavimento a mosaico nella chiesa gotica della Beata Vergine Maria del Rosario nel centro della città.

La collezione archeologica si trova a Stomorica e alcuni pezzi particolarmente preziosi sono al Museo Archeologico di Zadar. Non si poteva però portare sulla terraferma il maggior patrimonio archeologico dell’isola intera,  l’ acquedotto del I secolo scolpito nella pietra viva, lungo circa 1,2 km, largo 70 cm e alto fino a 40 m con 9 aperture sopratterra. L’entrata nell’acquedotto si trova dentro il Museo civico.


Vuoi prenotare un appartamento all’Isola di Pag ad un prezzo vantaggioso? Scrivici ora!